domenica 23 dicembre 2012

Diario delle vacanze

Buongiorno sweeties.
Come state? Siamo quasi arrivati a Natale, domani è già la vigilia.
Come passerete questa domenica? In famiglia, con amici, a casa o in giro?
Io andrò dal parrucchiere, finalmente... I miei capelli ne hanno proprio tanto bisogno, è passato troppo tempo dall'ultima volta e avendo i capelli corti, devo necessariamente dare una spuntatina.
Quando avrò finito di prendermi cura di me, tornerò a casa e pranzerò con la mia mamma.
Oggi pomeriggio vedrò mia cugina e stasera cena con il mio migliore amico che, oltretutto, ha da poco aperto un blog, andate a dare un'occhiata: Qui
Quest'anno le mie vacanze siciliane, saranno piuttosto brevi, infatti, tornerò a Roma il 29 dicembre per passare il Capodanno insieme a una persona speciale. Per questo motivo, sono molto decisa a godermi questi giorni a casa nel modo più pieno che possa esserci, voglio fare una full immersion tra famiglia e amici... E ho anche deciso di non trascurare il blog e di raccontarvi un po' del mio mondo e della mia vita.

Kiss.
R.

mercoledì 19 dicembre 2012

Pronti, partenza... Via

Dolcezze, vi scrivo dall'aeroporto.
Sono in partenza, fra poche ore sarò in Sicilia e riabbraccerò la mia famiglia, mi delizierò con i gusti e i profumi della mia terra, ingrasserò perché non potrò rinunciare ad arancini vari ed eventuali e rivedrò tutti i miei amichetti.
Il viaggio inizia con una buona dose di fortuna: faccio un veloce check-in, brevissima fila ai controlli, mi dirigo verso il centro Tim per ricaricare il mio abbonamento internet sull'ipad e... Scopro di avere una promozione attiva fino a gennaio per navigare.
Be questo è proprio un mistero di Natale perché io non ho ricaricato e neanche mio padre... Babbo Natale esiste e regala abbonamenti internet a una blogger troppo assente dal web! :)

A proposito di Babbo Natale, ho ricevuto i primi regali, bellissimi e apprezzatissimi....
Il bello di essere una fuori sede é che il Natale inizia i primi di dicembre e finisce a gennaio. :D 
Presto pubblicherò le foto dei regali al completo! 

Vi lascio.
Kiss.
R. 

martedì 18 dicembre 2012

Nicolò De Maria: un grande talento che emoziona e inorgoglisce Gela


Buongiorno lettori.
Tutti voi sapete che sono siciliana, esattamente di Gela.
Parlo poco del mio paese, criticato e malvisto da molti, forse troppi. 
E' vero, è una realtà difficile, afflitta da tanti problemi, spesso se ne sente parlare al Tg e non certo con toni lusinghieri.
Credo di essere una persona "giusta", non ho mai negato l'evidenza, non ho mai descritto la mia città come un posto idilliaco, non ho mai detto che sia il paese delle meraviglie, sono la prima a raccontarne i molti lati negativi ed oscuri, ma sono, comunque, sempre orgogliosa delle mie origini, sono felice di appartenere al popolo siciliano che, a mio avviso, è un popolo meraviglioso: generoso e disponibile, ricco di valori e sincero, semplice e umile, gioioso e forte.

Gela non è solo quello che sentiamo in Tv, c'è molto altro, c'è tanto di cui essere fieri.
C'è un mare bellissimo, una costa immensa, c'è tanta storia e ci sono grandi talenti. 
Ci sono persone che hanno voglia di affermarsi, di crescere, di portare alto il nome della loro terra, quelle persone che rappresentano il riscatto per un paese che, costantemente, viene affiancato a una parola terribile, a una verità ineluttabile che è MAFIA.

Io credo che non sia facile portare avanti i propri sogni, coltivare le proprie passioni, non fermarsi e andare avanti come un treno pur di raggiungere dei traguardi...
Con tanta costanza, buona volontà e soprattutto con il talento, però, è possibile andare molto lontano.

Nicolò De Maria ne è un esempio, un giovane di 22 anni, che domenica scorsa ha emozionato e commosso i gelesi, con il suo pianoforte. Il recital alla Chiesa Sant' Antonio è stato un vero successo, tanti gli applausi e ben cinque standing ovation per questo ragazzo che è davvero un fenomeno della natura. 
Il concerto che è durato un'ora piena, iniziato davanti a un pubblico perplesso ma, via via rapito dalle musiche di Chopin e finito con dei brani natalizi, è riuscito ad avvicinare i gelesi al mondo delicato di Nicolò De Maria, dandogli l'opportunità di conoscere più da vicino un loro concittadino e apprezzarne l'indiscussa bravura. 
La location del recital, la Parrocchia di Sant'Antonio, è stata scelta da Nicolò, perché è la Chiesa in cui è cresciuto e si è formato, il concerto  reso possibile grazie a Padre M. Mattina è stato, quindi, un regalo alla comunità da parte del giovane musicista e del Parroco.






xoxo
R.





lunedì 17 dicembre 2012

A volte ritornano...


Ciao Followers...
Come state??? Io sono sparita, erano mesi che non aggiornavo il blog, ma chi mi segue su fb, ha potuto notare una certa assenza generale.
Ho traslocato, studiato, fatto esami, ho quasi azzerato il mio shopping e ho pensato tanto.
Mi sono trasferita in una nuova città e gli inizi non sono mai facili, soprattutto quando lasci, non proprio felicemente, una vecchia vita che, seppur molte volte hai criticato, in realtà amavi e apprezzavi così com'era. 
Non amo piangere su latte versato, quando decido qualcosa, vado avanti per la mia strada provando a fare tutto ciò che può servirmi per raggiungere i miei obbiettivi... E quindi, iniziata una nuova avventura  sono solo curiosa di vedere come andrà a finire.

Siamo quasi a Natale ed io, necessariamente, ho ripreso a fare shopping. Ho comprato qualche regalo per amici e parenti, e ne ho già ricevuti alcuni! :))
Questa mattina uscirò per ultimare i miei pensierini e mercoledì si torna in Sicilia... Non vedo l'ora di rivedere la mia famiglia, la mia adorata mamma, la piccola Briciola e tutti i miei amici. 

Tra i regali di Natale che ho già ricevuto, vorrei, oggi (per tutti gli altri cadeaux ci sarà un post apposito),  del bracciale più bello che ci sia: Nodini Bracelets, rigorosamente hand-made, prodotto italiano, colorato e fashion, luminoso e borchiato... insomma, racchiude tutti gli "ingredienti" perfetti per  rispecchiare gli ultimi trend di quest'anno.
Ottima idea regalo per le vostre amiche, sorelle, cugine, fidanzate fashioniste. 
Nodini Bracelets è su fb: qui.

Vi lascio con una foto del mio bracciale.

xoxo
R.




mercoledì 24 ottobre 2012

Un dono è...

Ci sono gesti belli da morire.
Emozioni profonde che non immaginavi potessero esistere.
Ci sono vite che cambiano in un istante.
Ci sono incontri, casuali, che ti travolgono l'esistenza, rendendola migliore.
Ci sono persone che ti fanno vedere il mondo come il posto più bello che ci sia.
Quelle persone di cui non riesci più a fare a meno, da cui non ti separeresti mai, con le quali vorresti condividere ogni istante della tua giornata, che non ti stancheresti mai di ascoltare, che ti fanno stare bene e che ricopriresti di continue attenzioni.

Secondo me, ci sono dei doni che riceviamo perché qualcuno nell'Universo ci ama e ci protegge...







venerdì 19 ottobre 2012

E quando meno te lo aspetti...

E quando meno te lo aspetti, tutto cambia.
Le cose accadono, per caso e anche un pò per gioco.
Le cose si trasformano e seguono i tuoi ritmi.
E se... improvvisamente non volessero più seguirti?
E se... Tutto ti sfuggisse di mano?

A volte pensi che la tua vita stia prendendo una giusta piega, credi che tutto stia andando nel modo migliore, ma poi qualcosa si insinua nella tua esistenza e devi fare i conti con questo.

Prendi delle decisioni, fai tutto quello che serve per realizzarle, traslochi, impacchetti, ti disfi del superfluo, fai pulizia dentro e fuori di te, rompi con il passato, guardi solo al futuro e... perdi di vista il presente.
Ed è nel presente che qualcosa cambia e questo ti spaventa come niente riuscirebbe a fare.

E quando ho paura, io rovino tutto. SEMPRE. 
Ma questa volta no. 
Questa volta provo a vincere le mie paure.
Mi sfido.

Kiss. 
R.



martedì 16 ottobre 2012

Una giornata strana.

Sveglia molto presto, oggi.
Non ho niente da fare e quindi penso. 
Non mi piace.
Non amo iniziare le mie giornate così. 
Sapere di non avere impegni, mi impigrisce, mi rende apatica, mi rallenta.

E' una di quelle giornate in cui pensi a qualcosa da fare, ma poi non agisci e rimani pietrificata.
E' una di quelle giornate in cui i pensieri fanno capolino; in cui i volti di chi hai amato, odiato, stimato e voluto, ti affollano la mente.

Ho deciso: mi prenderò una pausa da me e metterò il cervello su off. Oggi. Ora.

E a voi, auguro una giornata meravigliosa e piena di sorprese.
Le sorprese sono le cose che vorrei in questo periodo strano e di transizione...

Kiss.
R.



domenica 14 ottobre 2012

Tutto cambia...

Ed eccomi qui, con un nuovo post finalmente!
Sono state settimane pienissime, alle prese con un esame che non mi ha dato tregua.
E adesso mi sono tuffata a capofitto nei preparativi per il trasloco.
Cambio casa e cambio anche vita... Un po'! Anzi, anche più di un po'!
Presto vi racconterò delle mie nuove scelte e di come in pochi giorni ho deciso di trasformare il mio piccolo mondo che ho costruito, con importanti (per me e per la mia famiglia) sacrifici, in qualche anno.
È proprio il caso di dire che ci vuole tanta pazienza, costanza e dedizione per individuare la propria strada, tuttavia bastano pochi minuti per decidere di travolgere tutto e ricominciare daccapo!
È tempo di nuove esperienze ed io mi sento elettrizzata e terrorizzata allo stesso tempo.
Mi chiedo se è la cosa giusta da fare, se me ne pentirò o se sarò felice.
Oggi, però, spengo tutto e vado in centro a farmi una bella passeggiata.
A presto adorati followers.

sabato 13 ottobre 2012

L'estate mi fa male...


Sono fuori di me.
Fa un caldo pazzesco ed io non riesco a pensare, a scrivere, a parlare...
Non riesco ad essere più presente e a pubblicare i tanti post che mi affollano la mente. 
Avevo promesso a me stessa di tornare ad essere quella di sempre, con la mia solita ironia e quel pizzico di follia che mi contraddistingue.
Pensavo fosse solo il mio esame a tenermi lontana dal blog, adesso ho capito che non era quello il motivo.
Forse il motivo non c'è, anzi sì, io lo so cosa mi sta succedendo.
Non lo dico, me lo tengo dentro perché così è più facile fare finta di niente, così non sembra reale.
Sono fuori di me.
L'estate, il caldo, il sole, le partenze con i ritorni e quelle senza, il sale, la sabbia, l'abbronzatura, le valigie, i colori, i libri, le vacanze, la voglia di andare chissà dove e di restare in luoghi sconosciuti, il desiderio di evasione, i progetti per l'autunno e la paura di non portarli a termine, le storie passate, gli scheletri nell'armadio, i pensieri, la necessità di  cambiamenti, le aspettative, il futuro, le domande... Troppe domande!
Sono fuori di me.
R.

martedì 9 ottobre 2012

Uomini da Evitare #3


Buondì followers!
Passato bene il we? E' già lunedì e questo mi ricorda che il mio esame si avvicina, tragicamente e pericolosamente! :/
Ma non voglio pensarci e per alleggerire questa giornata, eccovi il post della rubrica "Uomini da evitare"...
 
Il Bravo ragazzo: dice le parolacce solo nei contesti adatti, non perde la pazienza facilmente, indossa camicie e maglioncini di cashmere, jeans della sua misura, con l'orlo ben fatto e che non mostrano le mutande coatte con la scritta UOMO, ha il capello giusto, senza tagli stravaganti e anche quando ha la barba lunga la taglia con precisione, usa bene le posate (è incredibile quanta gente non lo sappia fare!), è pacato, gentile e le mamme lo adorano. Potrebbe sembrare noioso, invece si rivelerà, da lì a poco, il più stronzo degli stronzi semplicemente perché pensa che tutto gli sia dovuto visto che il suo involucro è sicuramente migliore di altri.
L'aspirante tronista: fa la pulizia del viso una volta al mese, due/tre lampade a settimana, un'epilazione completa ogni ventuno giorni, ha delle sopracciglia ad ala di gabbiano che ti fanno rabbrividire, ha più di trenta paia di scarpe e un guardaroba pieno zeppo di maglie con scolli profondi a V e camicie sagomatissime da lasciare rigorosamente sbottonate fin sotto l'ombelico. E' chiaro che non ci può essere storia con uno così perché è umiliante toccare una pelle più liscia della nostra e soprattutto non sarebbe corretto iniziare delle guerre tra estetiste...
Il Palestrato: ha dei punti in comune con la bestia esaminata al punto precedente e non saprei, davvero, dirvi qual è il male minore. E' ossessionato dal suo corpo, dalla massa grassa e da quella magra. La sua esistenza è tutta basata su squat, panca, pesi, proteine e ancora squat. Mangia roba triste e bianca, si impasticca per far lievitare i muscoli, conta le calorie di tutti i cibi e, di tanto in tanto potreste vederlo mentre si specchia e con indice e pollice afferra la pelle della pancia per capire se c'è ancora del grasso! Scappate o andrete incontro a una fortissima forma di depressione!
Il Tirchio: la prima volta ti invita a prendere un caffè, arrivato alla cassa si accorge di aver dimenticato il portafogli in ufficio e inizia a sfoderare le frasi da manuale: “Sono mortificato!” “Non so proprio dove ho la testa!”, “Scusami davvero, non ci posso credere, ho anche insistito io per questo caffè”, “Bè adesso DEVI darmi la possibilità di riscattarmi, non puoi rifiutare un invito a cena”. E così, arriva la cena, l'occasione di riscatto. Il cameriere porta il conto e, noi donne moderne siamo sempre titubanti, restie a scroccare ed ecco che di fronte a questa incertezza il Tirchio dice: “Bè al massimo facciamo a metà... sono bla bla euro!” Ma non doveva essere la tua occasione? Ammazza, non te lo sei fatto dire due volte eh! Sappiate che se deciderete di dare seguito a questa relazione, per puro masochismo, dovrete aspettarvi due, al massimo, tre regali l'anno: compleanno, natale, anniversario (sempre che non vi lasci poco prima per risparmiare!)... E non dimenticate MAI, e dico MAI il portafogli: occhio al cambio borsa!
L'intellettuale: pensa di essere intelligente, colto, ben pensante e di saper parlare un Italiano corretto solo perché conosce qualche termine poco usato come “prodromico” e ama dire “desueto”. Nei suoi discorsi, c'è sempre l'intento, non ben celato, di insegnarti qualcosa perché lui è al di sopra di tutto e tutti. Superbo, altezzoso e prima donna. Dà l'impressione di essere molto sicuro delle sue capacità e questo, a primo impatto, è ciò che ci colpisce ma in realtà è uno che sa di non sapere, che ha solo trovato il modo per fingere di essere un tuttologo. Fate la prova del 9: chiedetegli qualcosa di tecnico a sorpresa, lo metterete in difficoltà e le risate saranno assicurate...
 
A presto!
R.

giovedì 4 ottobre 2012

Uomini da Evitare #2


Buongiorno e buon lunedì a tutti voi!
Vi auguro una settimana meravigliosa e piena di belle novità.
Intanto le mie preghiere sono state esaudite, ed oggi il sole e il caldo mi danno tregua, almeno posso studiare senza sentirne, eccessivamente, il peso.
 
Secondo appuntamento con "Uomini da Evitare", altri 5 elementi da: "Se ti incontro me la dò a gambe!"
 
Il Fantasioso: ha un tipo di patologia irrecuperabile perché dopo anni di falsità ha perso il senso della realtà e, spesso, confonde la sua vita vera con quella inventata. Crede, veramente, di aver fatto e vissuto esperienze ed avventure che sono frutto della sua mente malata e degne di Indiana Jones.
Il Traditore: è il fidanzato e l'amante perfetto, spesso nessuna delle due (?) ha la consapevolezza di non essere una e unica. Questo tipo di animale riesce ad essere idealizzato facilmente grazie alle tante attenzioni che concede a ciascuna delle sue fiamme! Non temete, le bugie hanno le gambe corte e facebook le amputa del tutto! ;)
L'Abile: è anche lui fidanzato, ma a differenza del Traditore, non ne fa mistero! Ama il brivido, ama pensare che ci siano donne che accetterebbero di essere le seconde scelte. Non ha la minima intenzione di lasciare la fidanzata ufficiale, ma te lo fa credere riempiendoti di promesse via sms, o meglio su “whatsapp” visto che nel 2012 sono diventati tutti tirchi e, ad onor del vero, disoccupati. E' il classico tipo che ti manda il buongiorno di domenica mattina presto e che risponde alla tua domanda del come mai sia sveglio all'alba con un: “Sono nel letto con la mia fidanzata”. Abilisssssimo figlio di una ….!
Il Nostaligico: in passato c'è stato qualcosa, niente di importante, tutto consumato tra le lenzuola, passione bruciante, alchimia e scintille, ma poi si è fidanzato con un'altra con la quale, probabilmente, faceva l'amore una volta a settimana... Chissà perché era meglio lei! Ogni volta che chiude una storia, torna dicendoti quanto fosse perfetto il sesso tra di voi ed inventandosi la solita scusa pulciosa del “In quel periodo volevo stare da solo”. Ma che stai dicendo? In quel periodo volevi stare con X, infatti, VOLEVA STARE DA SOLO, CON X!
L'Indeciso: non ha capacità organizzative, avrebbe bisogno di una baby sitter, vista l'età di una badante ma anche di un tutore perché è un INCAPACE DI INTENDERE E DI VOLERE. E' il classico tipo che ti invita a un primo appuntamento, ti passa a prendere, di solito con mezz'ora di ritardo, e appena entri in macchina ( non ti apre la portiera, non sapeva se farlo o meno e non ha fatto in tempo a prendere l'ardua decisione che tu eri già seduta accanto a lui) ti dice: “Cosa ti va di fare?” “Ma vuoi mangiare o beviamo una cosa?” “Preferisci un posto al chiuso o all'aperto?” “Vuoi rimanere in zona, o andiamo verso il centro?”. No, no, no, no! Mi inviti e non hai la più pallida idea di cosa fare e dove andare? Ma non mi avevi detto, con il fare da uomo che non deve chiedere mai, qualcosa come: “Organizzo qualcosa di carino!”, sappi che questo non si avvicina per nulla al mio modo di vedere Qualcosa Di Carino e mi sono anche vestita da strafiga!
 
Kiss.
R.

L'amore è un problema?

Buongiorno a tutti.
Stamattina mi sento saggia, sono sveglia dalle 5:30 e forse è per questo che dico tante cose giuste, la stanchezza pulisce il mio cervello e lo fa ragionare, al contrario di quanto accade nei momenti di totale relax.

Vi sto propinando vecchi post da una settimana, ma giuro che dopo l'esame sarò più attiva e inedita.
Intanto, adesso, vi aggiorno sui miei pensieri mattutini, nonché mattinieri.

L'amore è un problema, uno di quelli veri e rognosi ma, al tempo stesso, fantastici.
A volte ti innamori e pensi di non potere, altre volte non ti poni limiti e accade che non ci riesci, ci sono momenti in cui l'unica cosa che vorresti è amare e altri in cui desidereresti solo essere tanto amato.

Purtroppo le cose non vanno sempre come vorremmo, nel mio caso le cose non vanno MAI come vorrei! Ma questi sono dettagli trascurabilissimi, perché io una risposta ce l'ho alla mia immensa/incommensurabile/sfacciata sfiga: non è semplice sfiga, è solo che non è ancora arrivato il momento, il mio momento!
Quanto sono ottimista, quanto sono ben disposta nei confronti del mondo e del prossimo, mi sento un'anima figa quando dico e penso queste cose.

Dicevo, l'amore è un problema, ma magari ad avercelo un problema del genere, perché, comunque, ti fa sentire viva e capace di imprese titaniche, ti dà la forza di affrontare le difficoltà della vita purché sia un amore vero o quantomeno verosimile.
Io, ai tempi d'oro, quando ero innamorata ero proprio una tipa tosta e molto più simpatica. 
Ma, c'è un MA, l'amore ti trasmette tutta questa positività solo se nella coppia tu non sei l'unico/a ad amare, altrimenti diventa tutto un gran casino, un casino frustrante e da psicoanalisi.
Mi è successo anche questo e mi sentivo solo una ciofeca, altro che simpatia, mi svegliavo la mattina con un ghigno da "Psycho" e la voglia di restare a letto per tutta la giornata, un male di vivere che la metà mi sarebbe bastato per regalarlo a chi stava eccessivamente e prepotentemente bene!

Vi sto raccontando tante cose che immagino non vi interessino più di tanto, concluderei, a questo punto, con un appello: Innamoratevi, Amate, Vivete i sentimenti con tutta la vostra forza, non risparmiatevi in niente... è questa l'unica via per essere felici! 

Kiss. 
R.

martedì 2 ottobre 2012

Tradimenti in Tram!!!


Buondì Followers.
E' già govedì, la settimana sta volgendo a termine e devo dire che, nonostante lo studio, non è stata poi così pesante.
 
Qualche giorno fa, visto che la mia amica Anna (trovate il suo blog qui:link) era qui a Roma, ho deciso di prendermi un pomeriggio libero per incontrare lei e Melania di Moda Caos Jewels (link).
Dopo tante chiacchiere e un bel giretto per negozi, mi metto in marcia verso casa. Vi ho sempre detto che gran parte dei miei post, nasce proprio da quello che mi succede soprattutto sui mezzi pubblici... Sì sono le mie fonti di ispirazione principali, insieme alla gran simpaticona della mia nonnina!
 
Ma non perdiamo di vista il punto centrale...
Arrivato il tram, che è il mezzo che in assoluto amo di più e non saprei spiegarvi il motivo, oblitero il biglietto (sono una cittadina modello io, che vi pensate!) e mi siedo. Scelgo sempre i posti a tre, perché sono quelli non riservati (anche questo, grande esempio di senso civico), così si siede accanto a me un tizio.
 
Tizio: non bello, sui 35/40 anni, con borsone da palestra e una bella fede al dito lucida e luccicante (questo mi fa pensare a un matrimonio fresco), impugna il suo smartphone e chiama una donna.
Ciao amore, che fai?” Che carino, penso io, chiama la moglie per sapere dov'è e cosa fa...
Ma poi: “No, non possiamo vederci domani, la MOGLIETTINA mi ha incastrato, la devo accompagnare a fare l'ecografia!”
 
Cosa,Cosa, Coooooosaaaaa?!?!??!?! La MOGLIETTINA?!? Ma che fai, sfotti pure??? Proprio Cornuta e Mazziata...
E poi, devi accompagnarla a fare l'ecografia... ehm, è incinta la povera cerbiatta a primavera?!? L'istinto era quello di dargli un pugno e fare giustizia alla Mogliettina Cerbiattina Lumachina, giusto per solidarietà femminile, ma mi sono limitata ad assumere un'espressione di sdegno che è venuta fuori senza che potessi evitarla. Giuro avrei voluto fare la vaga, ma non ci sono riuscita... e poi, Tizio, peggio per te che fai queste telefonate in tram, sei un esibizionista del cavolo!
 
L'apice della discussione è arrivato con: “ Lo sai, te l'ho già detto, adesso non posso lasciarla, ALMENO devo aspettare che porti a termine la gravidanza!”
Ma, Tizio scusami, che uomo sei?!? E tu, dall'altro capo del telefono, sappi che ti sta prendendo in giro, non hai sentito l'accento sull'ALMENO??? Non la lascerà mai, soprattutto dopo la nascita del pargolo quando sarà impegnatissimo a fare il paparino e MARITINO modello e TU, cara amica mia, sei solo il suo diversivo che lo fa sentire vivo e gggiovane. Non illuderti se parla di lei chiamandola MOGLIETTINA con quel tono da paraculo, vuole solo farti credere che la sua vita coniugale sia un inferno, ma sono sicura che in casa si respiri l'atmosfera della famiglia del famoso mulino, insomma ti sta semplicemente tenendo buona!
 
Sarebbe bello se MOGLIETTINA e AMANTINA facessero “comunella” abbandonando Tizio al suo destino misero!
Soprattutto gradirei che i vari TIZI in circolazione, non si sedessero accanto a me durante le loro conversazioni ambigue, perché mi trovo già in un periodo di assoluta diffidenza dal genere maschile, così non facciamo altro che peggiorare la mia situazione. Già mia nonna mi dà della ZITELLA, continuando in questo modo, mi vedrò costretta a darle ragione!
 
Kiss.
R.

Pubblicità, pubblicità, pubblicità!!!


Ciao Followini!!!
E' venerdi, il week end è alle porte e il relax sta arrivando per tutti voi!!! Io, non credo che potrò riposarmi molto, visto che questa non è stata, proprio, una settimana di studio intenso, a causa del binomio “compleanno-belle giornate”.
 
Nel prossimo post, spero, di mostrarvi tutti i regali che ho ricevuto... a dir poco perfetti. Si vede che i miei amici mi conoscono benissimo! :)
 
Oggi, invece, vorrei parlarvi delle pubblicità, alcune di queste le definirei senza mezzi termini: OSCENE, altre veramente molto stupide e poi ci sono quelle indefinite ed indefinibili...
 

Vorrei chiedervi: voi siete interessate/i a conoscere il rimedio della tizia sfigata di turno, per i suoi fastidi vaginali?!? Con tanto di viso sorridente e sollevato dopo aver applicato la crema miracolosa del momento?! Basterebbe, all'occorrenza, recarsi in farmacia e risparmiarci queste facce sofferenti in trasformazione repentina!
E ancora, la vostra vita scorreva tristemente prima di sapere che le donne in menopausa potrebbero avere delle perdite indiscrete, brutte e cattive?!?
Ma, soprattutto, DONNE vi siete mai sentite libere e felici come farfalle utilizzando l'assorbente X?!? Io no, c'è poco da fare, in quei giorni sono proprio incazzata come una iena e un assorbente non potrebbe mai alleviare il mio stato d'ira... E' chiaro, queste pubblicità sono tutte create dalle menti, beatamente ignoranti, degli uomini.
 
Tra gli spot che mi stanno tanto antipatici c'è sicuramente quello delle capsule per il mal di testa, dove c'è una ragazza che si chiama Molly e un ragazzo che, ci prova spudoratamente, con la classica tattica da NON SO COME SI CORTEGGIA UNA DONNA E QUINDI LA INSULTO e inizia a prenderla in giro.
Lui: “Cos'hai Molly?”
Molly:”Mal di testa!” (leggi: non te la darò mai!Infatti il mal di testa ha, addirittura, preceduto il primo bacio).
Lui: “Non preoccuparti Molly, ho io la soluzione, Capsule Molli!” E dice questa frase con un sorriso ebete, fiero della sua stupida battuta...
E' un classico, l'uomo capisce che non ci stai e inizia a darti della “Capsula Molle!” Bah!
 
Grazie alle pubblicità degli shampoo, ho avuto modo di scoprire che nel mondo c'è gente che di mestiere fa: L'esperto di doppie punte per capelli fini o l'esperto dell'onda riccia ma non troppo!!! Ma scusatemi, ma che razza di specializzazioni sono queste?!? Esistono Master sul quantum dell'onda riccia?!? Questi guru delle doppie punte e dell'onda perfetta esattamente dove imparano ad esserlo?!?
Smettiamola anche di pensare che uno yogurt sarà sufficiente per avere un ventre piatto, tonico e scolpito... Eh no, quello si chiama: FARSI IL MAZZO IN PALESTRA E NUTRIRSI solo DI YOGURT!!!
 
Ma poi, cosa cacchio è il LICHENO ARTICO???????
 
Kiss.
R.

domenica 30 settembre 2012

TUTTI AL MARE...


Sono una donna di mare.
Nata e cresciuta, praticamente, sul bagnasciuga... questo fa di me una delle massime esperte di comportamenti al limite della decenza del popolo dei vacanzieri.
Ho visto evolversi il cosiddetto "tipo da spiaggia" siciliano e non, con numero indefinito di prole o senza, con costume a slip (aborro) o da surfista con la panza...
Ma accanto ai cambiamenti, ci sono, poi, delle cose talmente radicate in certa natura umana che neanche con la minaccia di una condanna di morte potranno mai estinguersi.

1- le creaturine maleducate: io frequento, spesso, la spiaggia libera e cerco sempre quella con meno confusione e sapete perchè? Perché i genitori che portano al mare i loro bambinetti, li abbandonano al loro destino, non preoccupandosi della rottura di balle che questi piccoli selvaggi procurano a chi, come me, non ha figli da tenere sotto controllo. Bene, se volessi educare e controllare qualcuno, se proprio stessi morendo dalla voglia di farlo, farei un figlio mio... Ma visto che non sento questa esigenza, almeno per il momento, cari mamma e papà volete, per cortesia, dire ai vostri meravigliosi pargoli che non si tira la sabbia addosso alla gente che prende beatamente il sole ( o che almeno vorrebbe); che non si va sotto gli ombrelloni altrui a giocare anche se l'ombrellone del vicino è sempre il migliore?!?; che non si tirano secchiate d'acqua a chi decide di fare un tuffo com i tempi di un bradipo... Sono in vacanza e posso anche decidere di guardare un punto fisso del mare per tre quarti d'ora prima di immergermi.

2- l'urlatore esibizionista: il vicino d'ombrellone che anziché parlare, urla è il MALE! Non me ne frega niente dei fatti tuoi, di dove vai la sera, di cosa hai mangiato a pranzo, di quante volte tu e tua moglie copulate sul tavolo della cucina o sulla scrivania dello studio, non sono nemmeno interessata a conoscere le tue doti di pubbliche relazioni mentre tenti di organizzare una cena con amici e parenti fino alla decima generazione alla quale, alla fine, sarete in tre... E non iniziare ad ammorbarmi con discorsi di pseudopolitica e con frasi di una filosofia spicciola che metà basterebbe!

3- le contorsioniste: oh ecco, loro sono le mie preferite. Donne, tra i 18 e i 60, che assumono posizioni degne di circensi, gambe spalancate nemmeno si stessero sottoponendo a una visita ginecologica... Ma perché ?!? Mica possono abbronzarsi l'interno coscia, o sì?
Che poi, quelle che hanno tutta la mia stima, sono quelle che ti si mettono davanti in "sto per partorire position" con in mano una pinzetta per togliere il pelo refrattario alla ceretta, loro sono quelle com l'atteggiamento da "IO HO IL POTERE"... No, amica, no al massimo tu hai bisogno di un'estetista più brava e di un corso base ( perché ti manca proprio l' A- B- C) e super accelerato di bon ton.

Adesso basta, fatemi tacere perché oggi mi sento cattiva...

Kiss.
R.

Non ho bisogno di respirare.

E' da tanto che non scrivo un nuovo post, in questo periodo sto riciclando quelli vecchi visto che ho chiuso l'altro blog.
In realtà le idee sono tante, ma non riesco a realizzarle, non riesco a fermarmi a pensare, davvero, e concretizzare tutto quello che dovrei e vorrei.
E' stata un'estate strana, una di quelle che ha lasciato un segno profondo, in cui tante cose sono cambiate e la voglia di reinventarmi ha fatto da padrona.
Non so cosa sia successo, non saprei dire cosa ho sentito, ma qualcosa dentro me si è rotto.
Qualcosa dentro me, ha cominciato a rompersi l'8 Novembre 2011 e da lì tutto quello che, prima, mi sembrava ovvio, necessario, fondamentale, scontato, normale... ha cominciato a sembrarmi solo SUPERFLUO.
Ed è già passato quasi un anno ed io non guarisco, perchè certe ferite non si rimarginano mai, certi vuoti non si colmano più, certe assenze non le superi e anche quando ti sembra di averle accettate, poi accade qualcosa e ti rendi conto che non è vero, che non ce la fai, che ti sembra tutto così sbagliato...

Adesso sto facendo la corsa contro il tempo, da un anno ho deciso di non fermarmi, ho deciso di non respirare fino a quando non raggiungerò il mio obiettivo, anzi il nostro... perché era anche un pò il suo, perché ha sempre fatto il tifo per me e chissà se lo fa ancora o se c'è un pizzico di delusione.

venerdì 28 settembre 2012

QUANDO NON SI DORME...


E' notte. E' tardi ma, non ho sonno.
Penso, i Queen mi fanno compagnia e la mente è libera. E' sabato, anzi no, ormai è domenica, ma che importa?
Ho sempre sostenuto che dormire troppo non sia necessario, che tutte quelle ore passate a riposare siano prive di senso, quasi una perdita di tempo... Non è che abbia molto da fare o da produrre, ma magari l'abitudine all'insonnia sarà utile un giorno!
Periodo strano.Accadono tante cose nella mia vita ma è come se, tutti questi avvenimenti non fossero davvero legati a me, mi sento spettatrice non protagonista. Sono distaccata e curiosa al tempo stesso, è come guardare dal buco della serratura.
Spio la mia vita. E' possibile?!?
Forse dovrei limitarmi a viverla, ma adesso non mi va, preferisco guardarla con aria circospetta, preferisco studiarla come si fa con gli sconosciuti. 
Prendo le distanze da me stessa, sono in pausa ed è proprio necessario... solo così riesco a razionalizzare, a non prendermi troppo sul serio, a non appesantirmi per ogni cosa che mi delude o che non mi rende felice per come meriterei.
Oggi, però, a differenza di ieri sono serena e non ho più quella specie di magone che mi portavo dietro da più di due settimane. E' una bella sensazione di calma, non è emozionante, non è stravolgente ma è... tranquillità, forse un pò noiosa, ma la noia a volte fa bene, è rincuorante!
E' passata anche la tristezza e come sempre, quando mi succede qualcosa che non mi piace, mi rialzo "facendo spallucce", perché tutto sommato, ciò che non va bene mi rende indifferente, mi "scivola" addosso. 
E mi chiedo se sia normale essere tanto lunatiche e volubili da dare importanza alle cose con il contagocce... ciò che è quasi fondamentale come fa a diventare assolutamente irrilevante in pochi istanti?
Eh no, non è superficialità la mia, è solo che ci sono momenti in cui, improvvisamente, repentinamente e inspiegabilmente, tutto mi appare chiaro e ristabilire le mie priorità sembra, stranamente, facile.
E' stata una bella giornata, è arrivata una svolta, ho studiato tanto, mi sento tranquilla... e senza nessuna retorica, questo vale più di qualsiasi scossa!!! Tanto prima o poi il terremoto arriva a scombinarti i piani!!!
Sogni d'oro followers.
R.

giovedì 27 settembre 2012

SE UNA DONNA NON TI VUOLE... TI IGNORA!


Bentrovati followini!
Qualche sera fa, io e la mia amica V., siamo andate a fare un aperitivo in un locale a Ponte Milvio.
Sedute al tavolo accanto al nostro, c'erano due ragazze, più grandi di noi, che chiacchieravano, non proprio, amabilmente di uomini... Che ve lo dico a fa?!? Sembrava di sentire me, ho avuto una crisi di identità!
Questo  conferma il fatto che, gli uomini sono tutti uguali (e non vi dirò cosa intendo dire!)???
Ad un certo punto, queste ragazze sono state raggiunte da un loro amico... ed ecco che mi si è aperto un mondo. 
Io e V. cercavamo di farci i fatti nostri, ma loro erano molto vicini e avevano un tono di voce piuttosto alta, quindi era impossibile non sentire i punti salienti dei loro discorsi.
Il tizio in questione, si lamentava del fatto che una tipa gli mandasse messaggi poco chiari e lo invitasse solo ad eventi in comitiva. L'amica gli confidava che era una tattica, che: "una donna vera, non ti inviterà mai ad uscire, dovresti essere tu a fare il primo passo!"
E lui?!? Be', lui si "spara" questa frase che mi ha fatto rabbrividire: "Sì, hai ragione... infatti, mi piace anche per questo motivo, perchè sai, a me LA DONNA CHE FA LA FEMMINA MI PIACE PROPRIO!"O.O
La "donna che fa la femmina", ma che vuol dire?!? Sarà che questo aveva un'aria supponente, sarà che mi è stato antipatico dal primo momento che l'ho visto, così senza motivo, a pelle, sarà che l'uso di  tutti sti luoghi comuni mi rende la gente a tratti insopportabile... Però, caro, qui la cosa è chiara, altro che tattica, non è più diretta perché non le piaci abbastanza, perché sei interessante come un bradipino che ha appena finito di fare la pappa! Ecco!
Se una donna non ti vuole (mio padre direbbe: trovatene un'altra!), ti ignora... E' vero, a volte, ti ignorerà comunque, sulla base del fatto che ti considera un essere inferiore, ma è un'indifferenza diversa.
Tu, uomo, non farti ingannare, impara a capire che: se l'indifferenza ti viene rifilata ancora prima di far partire un rapporto, vuol dire che NON HAI SPERANZE!
Invece se diventi trasparente a storia iniziata ci sono due possibilità: 1. La tua donna ha scoperto tutta la noia del mondo in un solo essere: TU... e sta pensando a come/quando/con chi/dove sostituirti;
2. Ti sta mandando segnali di fumo e non, sta cercando di trasmetterti con la forza del pensiero, che vorrebbe tanto che il vostro rapporto crescesse e che tu la smettessi di fare la balena, tristemente, arenata.
A presto!
Baci, baci!
R.

mercoledì 26 settembre 2012

UOMINI DA EVITARE #1


Basta, ho deciso di rendervi nota la mia personalissima classifica degli uomini da evitare.
L'ho stilata dopo anni e anni di: flirt durati giusto il tempo di un battito di ciglia, di frequentazioni andate male, di fidanzamenti naufragati e di pianti così forti e continui da farmi addormentare dalla stanchezza, per poi risvegliarmi con il mal di testa e gli occhi cerchiati!
La lista subisce continue variazioni in aggiunta, perché il mondo è vario e quindi anche la gente da evitare è varia.
UOMINI DA EVITARE” diventerà la prima rubrica del blog, si accettano suggerimenti e racconti. Per Par Condicio, magari, un giorno, forse, ma anche no, potrebbe nascere “DONNE DA EVITARE”.
 
Ho pensato milioni di volte che, doveva esserci un modo per evitare di star male. Sono arrivata alla conclusione che, le regole fondamentali per non farsi fregare e per non sprecare la nostra intelligenza, sono 2, sono scontate, banali e non richiedono alcuno sforzo di applicazioni al di fuori della loro accettazione pura e semplice:
1-NON IGNORARE I SEGNALI
2- SE FA LO STRONZO, NON GLI PIACI ABBASTANZA.
A volte, anzi no, SEMPRE, gli esseri umani di sesso maschile si comportano in maniera davvero chiara, dimostrando palesemente quello che sarà e come andrà a finire, ma noi li giustifichiamo e cerchiamo nella loro STRONZAGGINE il motivo profondo! Ma profondo cosa?
Quando capiremo che dietro al loro essere sfuggente nel 99,9% dei casi, non c'è una storia triste, non ci sono maltrattamenti in famiglia, storie finite male e sentimenti feriti? Non c'è niente da fare, smettiamola di indossare i panni da crocerossine, ricordiamoci che Carnevale arriva una volta l'anno e se vogliamo fare del bene, diamoci al volontariato!
 
Detto questo, inizio con la lista passando al vaglio cinque tipologie di bipedi maschili.
 
1- L'ambiguo: è quello che ti fa dubitare di tutto anche del suo vero orientamento sessuale; non si sbottona mai perché di solito tiene in piedi un harem, non ti dà l'impressione di essere interessato solo al sesso ma lo è più di ogni altro;
2- Il misterioso: ha sempre milioni di cose da fare non meglio specificate, è impegnatissssimo, di solito fa “Un Lavoro Difficile da Spiegare”e ha dei bigliettini da visita con nome,cognome,mail e numero di cellulare, sprovvisti di qualsiasi titolo (Dott., Prof., Ing., Avv.) e di numero fisso. In questi casi inizi a pensare: “Ma farà lo spogliarellista o il prostituto? Mmmm no, non c'ha il fisico!”, “L'agente segreto?”, “Il malavitoso?”, “Il Killer professionista, ecco mi ucciderà?” Poi, un giorno, prendi appuntamento con l'azienda di note scope elettriche e te lo ritrovi a casa che ti fa le dimostrazioni delle performances del prodotto! Tanto mistero per nulla. Delusa, a quel punto pensi che avresti preferito il killer!
3- Il bugiardo: la sua vita è una menzogna, mente anche quando dice di amare i kiwi a cui sarà, sicuramente, allergico. Dice bugie senza motivo, senza senso, nel bene e nel male.
4- Il mammone: l'unica donna della sua vita è MAMMA, lei cucina benissimo, come lei non stira nessuno, solo lei sa riscaldargli il latte alla temperatura perfetta anche se, in realtà, lo bolle facendo quella pannetta schifosa. Quando preparerai una cena per questo tipo di bestia, probabilmente ti commenterà con: “Grazie amore, è buono ma, la prossima volta, magari chiedi la ricetta a MIA MADRE, a lei viene più saporito”. E sappiate che se riuscirete a convincerlo a convivere, avrete la MAMMINA come ospite/giuria fissa! EVVAI!
5- il corteggiatore innamorato: è quello che decanta amore folle durante le prime chiacchierate magari in chat su fb o su whatsapp, se è un tipo generoso via sms o al telefono. “Non ti conosco bene, ma sento che sei tu quella giusta”, “Mi fai impazzire, abbiamo tante cose in comune, mi farai innamorare di te”. Non c'è stata nemmeno una carezza, magari baci male, ma lui GIA' SA che sarai la madre dei suoi figli.
 
Kiss.
R

Amore e Odio... anche solo odio!

Rieccomi, cari followers, con la rubrica: Amore e Odio.
Oggi, però, mi vengono in mente solo cose che odio, sarà l'aria di vacanza, sarà l'ozio eccessivo che sveglia ogni mio istinto polemico, sarà la vita di paese, sarà il mix di tutte queste cose, fatto sta che sono acida come uno yogurt magro andato a male...

Quando vivo questi giorni di "simpatia saltami addosso", non c'è niente che possa fermarmi, non faccio sconti a nessuno e... Devo dire che il mio paese mi dà grossissime soddisfazioni. Non so come sia possibile ma tutto ciò che il mio buon gusto rigetta, si presenta davanti a me con una prepotenza e una nonchalance incredibili. Cosa fare in questi casi? 
La mia reazione è sempre la stessa: in molti casi non mi faccio tangere dalle schifezze che i miei poveri occhi devono sopportare, quindi faccio l'indifferente mentre il mio cervello registra per poi creare un dolce post e tediare voi che siete così buoni e pazienti con me; a volte, però, non riesco proprio a resistere e allora mi lascio andare a un commento... Vabbeh, diciamolo più che un commento è una breve ed incisiva sentenza. Tutti all'ergastolo assassini di classe e finezza.

IO ODIO:
1- le super-maxissime bag indossate la sera, solo perchè il colore -secondo loro- si abbina alle scarpe. Innanzitutto, quanto mi sa di "anticaglia" questa storia dell'abbinamento borsa-scarpe, poi se sono due punti di azzurro completamente diversi, cacchio amica, lascia stare perché il risultato è proprio Arlecchino! 
E dai ti prego, hai praticamente optato per un borsone da mare che stride con il vestitino da bomboniera che ti sei messa... Beh Vabbeh, toppato su tutta la linea...

2- maglie e vestiti con schiena scoperta e reggiseno in vista. NO, NO, NO! Siamo tutti d'accordo che la schiena nuda sia di un sexy senza limiti e allora perchè uccidere tutta questa sensualità con un reggiseno in vista?!? È il MALE ASSOLUTO, amiche mie, è andare in giro urlando al mondo: "Vorrei fare la faiga, ma non ne sono capace!" 

3- La scarpa Open Toe ha rovinato tutte le amiche prive di classe e buonsenso.Che sia aperta, non vuol dire che sia estiva, quindi piantatela di indossare quel fantastico Open Toe, comprato per la serata di Capodanno, nero ed IN VELLUTO... Vi rendete conto che ci sono 42 gradi? E che durante questa estate ci sono stati Lucifero, Virgilio, Caronte... Ma voi incuranti e stoiche avete scelto, comunque, quella leggera scarpetta, a questo punto vi consiglio, direttamente, un bel paio di stivaletti Timberland e passa la paiura!

Kiss.
R.

sabato 28 gennaio 2012

Nuova casa per Sweet Pink Macaron

Cari followers, bentrovati!
Volevo informarvi che questo blog ha cambiato casa, ecco perchè non trovate nuovi post da diversi giorni, qui!

Per seguire le avventure di Sweet Pink Macaron basta un semplice click Qui... Vi prego, venite a trovarmi, mi sento sola senza i vostri deliziosi commenti!

xoxo
R.

mercoledì 18 gennaio 2012

Se un uomo non ti vuole...

Arrivata al capolinea di una storia, per me, importante mi sento strana!
Non provo sentimenti, non ho rancore, non penso, ho la mente atrofizzata e il cuore pietrificato... Ormai è ufficiale, quindi, sono: a tutti gli effetti, una piccola roccia.

Non mi importa quanto ho sofferto e quanto soffrirò, perché so che finirà! Non mi pongo domande, cosa insolita per una come me! 
So di aver amato con tutto il mio cuore, non ho nulla da rimproverarmi, so di aver reso una persona felice, quindi, adesso, il mio karma mi premierà! :)
Rialzarsi è difficile, ma mai impossibile, ed io questo l'ho imparato a mie spese...

Ho chiamato mio padre, mi ha sentita triste e gli ho confidato cosa mi era successo, nel tentativo goffo di consolarmi, con il suo tono buffo mi ha detto: "Se un uomo non ti vuole, trovatene un altro!" O.O 
Ma cos'era? Un antico detto cinese? Ahhhhh, quanta saggezza in un solo uomo!!!

C'è tanto da fare: c'è una ferita da curare, con tanto amor-proprio per farla rimarginare senza che lasci una brutta cicatrice; c'è da rassegnarsi all'idea che non sempre l'amore basta per nutrire un rapporto; c'è da prendere in mano la mia vita e cercare di farne un piccolo, personalissimo, capolavoro; ci sono gli esami da fare e vivere come una priorità; c'è da non piangersi addosso e non aver rabbia, perché la rabbia ti logora dentro; c'è da sentirmi fortunata per quello che ho, per i sorrisi dei miei amici e l'amore della mia famiglia; c'è da non prendersela con la vita perché le cose accadono e non è colpa di nessuno; c'è la consapevolezza del fatto che il "brutto tempo" passa e il sole torna sempre ad... abbronzarti (rendendoti mediamente più figa, del solito!!!)!

Perdonate il mio piccolo sfogo, cari Followini!
Vi abbraccio tutti!
R.

lunedì 16 gennaio 2012

Ho le rughe!!!

Bentrovati amici!
Come state? Avete trascorso un piacevole week end?
Io devo dire di sì: tra amiche, aperitivi e, ahimè, l'immancabile studio! 

Ho deciso di condividere con voi questo momento non molto propizio per me... Ho scoperto di avere le Rughe!!! Panico e paura, disorientamento misto a menefreghismo, questi sono stati i contrastanti sentimenti provati subito dopo l'amara scoperta.
Ok, vedo queste sconosciute sulla mia faccia, mi avvicino allo specchio e comincio a fare delle improbabilissime smorfie giusto per capire se sia l'effetto della luce,
 oppure no! No, decisamente non è colpa della luce... C'è qualcosa che non va, ci sono dei segni strani. 
Chiamo mia madre. 
Io: "Mà, c'ho delle cose in faccia!"
Mamma: "Brufoli?"
Io: "No, sono sotto gli occhi. Silenzio. Sono delle linee!"
Mamma: "Ah si, certo Rò, hai quasi 26 anni (questa è l'ultima volta che lo dico, da questo momento in poi avrò sempre, semprissime 25 anni... sono più belli), sono "rughette d'espressione"!"

Le parole "Rughette d'espressione" unite al discorso anagrafico, mi hanno completamente raggelata!!! Ho riattaccato, sentendomi l'anima ibernata! Ma che si trattano così le persone?!?

Che poi, mia madre mi dice di "idratare" la pelle del viso da tantissimo tempo, ma io non lo faccio mai!
Sono troppo pigra e la crema mi dà fastidio, mi limito ad usare un buon latte detergente, però adesso mi sono convinta: ho comprato il mio primo siero anti rughe!!!

Forse dovrei iniziare a comprare anche il copri-occhiaie antirughe, anche se non ho le occhiaie?!?
Bah, che ne so! E' difficile avere a che fare con ste rughe, oltre che dispendioso!
Credo proprio che le lascerò in pace e poi, in perfetto American Style, per il mio 35esimo compleanno (anche se sulla torta ci saranno sempre 25 candeline), organizzerò un "Botox Party", che mi sa di una tristezza infinita, ma pare sia super cool!

Però questi sono i segni della saggezza, di una più vicina maturità, e magari adesso la smetteranno di darmi 14 anni solo perché sono "piccolina"...  EKKEKKAVOLO, sono una venticinquenne bassa!!!

Comunque, dopo tutto questo discorso delirante, sapete cosa vi dico??? Ma chi se ne frega??? Tanto, prima o poi, dovevano spuntare i segni del tempo che passa... mi sento solo lievemente infastidita da questa presenza indiscreta!!!

Scusatemi per il mio sfogo, dopo tutto credo che sapere delle mie rughe, fosse per voi di (non) vitale importanza, adesso, sicuramente, dormirete sogni più tranquilli!!!
Vi lascio con alcune foto scattate venerdì sera in giro per Roma. Ho indossato la gonna basic di Zara, che vi avevo mostrato: Qui, ho deciso di abbinarla a stivali bassi per renderla più easy e a un dolce vita burgundy (c'era troppo fredda per mostrarvi il risultato)... Creando, così, un Color- Block dai toni invernali e simile ad un Albero di Natale! ahahhaha.







La mia amica V. ed io!


giovedì 12 gennaio 2012

Un pomeriggio con: Modacaos Jewels

Ciao Followers.
Vi informo che, io sto già "sclerando" e sono solo al quarto giorno, ufficiale, di studio matto e disperato!
Probabilmente sarò un pò assente e scriverò meno. Vi chiedo anticipatamente perdono, ma questo sarà un anno decisivo per i miei studi, infatti, spero di laurearmi molto presto!

Come vi avevo detto nel post precedente, lunedì pomeriggio ho conosciuto, di persona, Melania di Modacaos Jewels

L'estate passata avevo scoperto la sua pagina facebook e, quindi, le sue deliziose creazioni e avevo acquistato alcuni bracciali con gli skulls (mia grande passione!!!)... Inutile dirvi che sono stata davvero felice di poterla incontrare e confermare la mia impressione, più che positiva, su di lei!

Vi ho mostrato Qui le tante cose che Melania mi ha regalato, fanno parte delle ultime collezioni che ha creato. Adesso, ve le mostrerò singolarmente... Le adoro letteralmente!!!

Dancer necklace



Peace and cross Bracelet



"Love Keys" earrings



"La chiave del cuore" earrings


Che ne pensate? Non sono adorabili? Vi invito a dare un'occhiata alla pagina facebook di Moda Caos: Qui... ci sono tantissime altre cose davvero bellissime, i prezzi sono modici e la spedizione molto veloce ed efficiente! Insomma ottime idee regalo per le amiche e, soprattutto, per noi stesse!!! :D

Vi lascio con delle mie foto, scattate qualche giorno fa dal mio cellulare (e si vede!)! :)







Al prossimo post!
Kiss.
R.